07 agosto 2017

E’ stato molto più che un concerto quello che si è svolto ieri nel Parco Archeologico di Vulci: “Live for Syria” è stata una lunga maratona di musica e spettacolo che ha coinvolto trentuno artisti tra cantanti, attori e registi, tutti riuniti a favore dei bambini profughi della Siria. Daniele Silvestri, Irene Grandi, Roberto Angelini, Emma Marrone, Marina Rei, Mario Venuti, Diego Mancino, Wrongonyou, Frankie Hi – Nrg Mc, Diodato, Tosca, Mirna Kassis si sono divisi il palco; con loro gli attori e registi Lillo Petrolo, Paola Minaccioni, Pierfrancesco Favino, Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Edoardo Leo, Angela Curri, Andrea Bosca, Milena Mancini, Vinicio Marchioni, Tosca D’Aquino, Camilla Filippi, Anna Ferzetti, Michele Riondino, Vittoria Puccini, Edoardo Natoli, Daniele Coscarella, Massimiliano Bruno e Paolo Genovese. L’evento è iniziato al tramonto con laboratori e letture per i più piccoli, per poi declinarsi secondo quattro temi principali: il viaggio, la guerra, l’amore, la verità, quattro linee guida attraverso le quali raccontare – con coerenza emotiva -  l’infanzia rubata ai bambini che vivono in situazioni di conflitto bellico.

Live for Syria, il grande concerto-evento ha emozionato grandi e piccoli