Una canzone a suo modo sentimentale, che celebra l’attaccamento alla vita, un brano corale che anticipa l’uscita del terzo atteso album della band. Il brano, che sarà disponibile anche in streaming e in digitale, è stato scritto durante il lockdown, in un periodo dove incertezza e speranza si alternavano incontrollate.

A proposito del nuovo singolo Matteo Mobrici, frontman dei Canova, afferma: “Tutti Uguali è la nostra canzone più corale e in qualche modo anche positiva, antidoto di questa incertezza, nata in pochi minuti. ‘Non farmi male, non riesco a respirare’ sono le tremende ultime parole di George Floyd, note a tutti, aggiunte alla canzone proprio nei giorni successivi al 25 maggio. La zanzara non sceglie chi colpire ma colpisce e basta, senza fare differenze di alcun genere, in qualche maniera è casualmente democratica. Ho usato diverse similitudini con gli animali perché nelle favole gli animali sono sempre stati portatori di messaggi universali. Non mi sono mai esposto su temi politici e sociali ma credo che in questo caso si tratti di sensibilità ed empatia apolitica, senza colore e dunque inopinabile.”