In “Bonsai” Santi racconta la precarietà che caratterizza i rapporti umani della generazione zeta. Se non si ha cura dei Bonsai, muoiono in fretta. Sappiamo ancora prenderci cura degli altri?