04 marzo 2020, ore 12:00 , agg. alle 19:14

Il debutto di Federica Carta come cantautrice avviene con la partecipazione ad Amici 16.

Dopo aver superato i vari casting, a novembre del 2016 le viene assegnato il banco ed entra ufficialmente nella scuola. 

Da qui inizia il suo percorso fatto di studio, esibizioni e sfide. A marzo del 2017 accede alla fase Serale del programma ed entra nella squadra Blu guidata da Elisa.

Federica arriva fino alla fase finale del programma e sale sul podio; si classifica infatti al terzo posto dopo Riccardo Marcuzzo e il vincitore Andreas Müller.

Dopo la partecipazione con Shade a Saremo nel 2018 con Senza farlo apposta, Federica Carta torna sulla scena, sotto una luce tutta nuova e racconta la sua crescita personale e artistica attraverso il nuovo singolo “Bullshit”, disponibile da venerdì 6 Marzo.

E' una “nuova” Federica che ha semplicemente imparato ad amarsi per quella che è.

Una artista cresciuta e sempre più consapevole di se stessa: una giovane donna, imperfetta ma autentica, e molto più forte di prima.



“Bullshit” vuole rappresentare lo specchio del suo cambiamento artistico, ma anche interiore: “𝑆𝑡𝑜 𝑡𝑟𝑎𝑠𝑓𝑜𝑟𝑚𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑙𝑎 𝑚𝑖𝑎 𝑓𝑟𝑎𝑔𝑖𝑙𝑖𝑡à 𝑖𝑛 𝑢𝑛 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑓𝑜𝑟𝑧𝑎"– afferma la stessa Federica. Il videoclip, in uscita insieme al nuovo singolo, è stato girato a NY per la regia di Gianluigi Carella.

Ambientato nelle strade della grande mela, porta alla ribalta la nuova immagine di una donna arrabbiata che non ha paura di essere se stessa, di piacere, di esser fragile.

Il nuovo singolo è scritto da K Beezy insieme a Katoo (Francesco Catitti), che è anche produttore. E' un brano con una forte carica energetica che rappresenta perfettamente lo stato d’animo di Federica dopo una delusione che ha segnato un un punto di svolta fondamentale nella sua vita.

“Bullshit” è un urlo di indipendenza, la spinta che serve ad ogni ragazza per tornare a credere in se stessa.



Shade e Federica Carta a Radio Zeta

Riascolta Shade e Federica Carta ospiti in diretta da Sanremo in  “Una Zeta a Pois" con Chiara Lorenzutti.