21 febbraio 2020, ore 17:23
  agg. 09 marzo 2020, ore 14:47

Ghali torna con il nuovo album “DNA”, dopo il triplo platino del precedente “Album” del 2017.

Ghali mostra la sua voglia di mettersi a nudo.

Quindici brani inediti creati da tanti e differenti produttori fra cui Mace, Mamakass, Merk & Kremont, AVA, Sick Luke, Canova, Zef e Venerus, ma anche Bijan Amir, M.B e MrEazi. Mace.

Tra le tante collaborazioni spiccano quella con Salmo “Boogieman” e il golden boy della trap thaSupreme in “Marymango”.

Tantissimi i temi trattati: dalla canzone d’amore “Barcellona”, al tema del bullismo in “Turbococco”, ma c’è anche spazio al tema della diversità in “Combo” e “Jennifer”. 




- Perchè hai scelto "DNA" ? 

" Ho dovuto ripercorrere e osservare le mie radici per ritrovarmi, tutto ciò che sono dentro. Fermarmi, riflettere e tirare fuori tante cose che fanno parte di me."

- Ieri sera release party dell'album. Come è andata ?

" Festa fino al mattino, non si può dire fino a che ora."

- Ci spieghi video di "Boogieman" ?

" E' una idea di Giulio rosati, video stiloso, il mood è di festa."  

- Ma quando esci metti il pigiama sotto, come dici nel testo, perché?

" Io e la mia compagnia lo facciamo sempre, quando fa freddo il pigiamo sotto è d'obbligo. Poi aggiungo che il disco è pieno di dettagli. Tipo, l' artwork è importantissimo, non sarei mai uscito con una copertina semplice. C'è un ufo, un drago, la fantasia è qualcosa che credi ci sia ma non sai cos'è."

- Torniamo un momento alla caduta di Sanremo ?

" Lo stunt-man che cade dalle scale, il significato è quante volte cadi e quante ti rialzi. Mi è successo tante volte quest anno. Se succede rialzati. Capita a tutti e tutti si sentono diversi, falliti ma è il gesto più umano che ci possa essere. Cadiamo da bambini, perché non da grandi."




Ghali a Radio Zeta

Riascolta Ghali, ospite in “Collettivo Zeta" con Diego Zappone e Simone Palmieri.