07 marzo 2019

Sfera Ebbasta rompe il silenzio dopo che nell'ultimo periodo diversi media lo hanno accusato di scrivere testi diseducativi nei confronti dei suoi giovani fan. La replica arriva a distanza di due giorni da un servizio mandato in onda da Striscia la Notizia in cui si parla della Purple Drank, una droga citata spesso dai trapper, a base di sciroppo alla codeina e gazzosa. L'inviata fa riferimento a numerosi testi di trapper italiani che parlano della Purple Drank e ne discute con alcuni ragazzi intervistati che affermano di conoscere molto bene l'argomento perché lo sentono nelle canzoni che ascoltano.

Sfera Ebbasta, rompe il silenzio sull’incitamento all'uso di droghe

"Sono sempre stato zitto, ho cercato sempre di farmi scivolare addosso tutto", dice Sfera Ebbasta in un video pubblicato su Instagram, "però noto che sta diventando veramente ridicola la situazione. Sono mesi che mi sveglio ogni giorno e trovo il mio nome su qualche giornale o telegiornale in cui vengo diffamato, in cui vengono presi di mira i miei testi. In un Paese come l'Italia dove ci sono miliardi di problemi, questi dove trovano il tempo di analizzare i miei testi? Gente pagata da noi, con le nostre tasche che invece di lavorare perde tempo ad analizzare i testi di Sfera Ebbasta per capire se incita o meno all'uso di stupefacenti. Quando mai? Quando mai ho detto drogarsi è giusto'? Io ho parlato di me stesso e della mia vita, non mi sono mai nascosto". Poi conclude: "I ragazzini mi prendono come esempio non perché mi fumo le canne, ma perché ce l'ho fatta".