10 dicembre 2018

Il trapper Sfera Ebbasta ha deciso di ricordare per sempre quanto accaduto la notte tra il 7 e l’8 dicembre alla discoteca la “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, dove avrebbe dovuto esibirsi: il trapper si è tatuato sei stelle sulla fronte, a voler ricordare le sei persone che quella notte hanno perso la vita  a causa del panico scatenato da uno spray al peperoncino. Le vittime sono cinque minorenni e una giovane mamma. Il fenomeno delle bombolette spray utilizzate impropriamente nei concerti non è nuovo e, solo ai concerti di Sfera Ebbasta, era già accaduto quindici volte. Il suo omaggio, ora, è stato apprezzato da moltissimi fan che sui social hanno chiesto di smettere di criticare l’umanità del loro idolo.

Sfera Ebbasta si è tatuato per ricordare le sei persone scomparse a  Corinaldo