20 ottobre 2020
Raige

Ospite di Collettivo Zeta di oggi è il cantautore Raige, tornato con un nuovo brano dopo una lunga pausa durante la quale ha scritto per altri. S'intitola "Cartagine" e usa la città ricoperta di sale dopo essere stata distrutta come metafora di un rapporto d’amore che spera di non diventare una rovina: "C’è una lei che è come il mare, e un lui che non vuole essere sale, e che quindi non vuole diventare una rovina come Cartagine".

Parlando invece del lockdown che per lui non è stato, a differenza di tanti suoi colleghi, un momento di ispirazione dedicato alla scrittura, ci ha detto: "la creatività non nasce dalla solitudine, ma dalla condivisione".

Questo e tanto altro nella puntata di Collettivo Zeta, condotta da Simone Palmieri e Diego Zappone.

Raige a Radio Zeta: "Cartagine come metafora di un rapporto che non vuole finire in rovina”